sei nella sezione www.uildmcittanova.it sostienici


sostienici

Bomboniera e pergamena solidale
















In Posta

Con un versamento sul conto corrente postale n. 11903895, intestato a Uildm - Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare, sezione di Cittanova (RC).

In Banca

Con un versamento sul conto corrente n. 137834 intestato a Uildm - Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare, sezione di Cittanova (RC), c/o Banca di Credito Cooperativo di Cittanova, Cab 81350, Abi 08492, Cin U, Iban IT19U0849281350000000137834.

Con il 5 per mille

I contribuenti possono versare il 5 per mille dell’Irpef ad associazioni come la nostra. In sede di redazione annuale della dichiarazione dei redditi, potrai quindi destinare alla nostra associazione questa parte delle imposte che comunque devi all’Erario. Sarà sufficiente annotare nell’apposita casella dei Modelli Cud, 730 o Unico l’indicazione del nostro codice fiscale: 95000380808.






Con un lascito testamentario

L’idea di fare testamento suscita ancora in tutti noi timori e incertezze. È un problema culturale che da sempre ci portiamo dietro, ma fare testamento significa preoccuparsi degli altri, essere solidali: è un atto che va fatto serenamente per tutelare i propri cari e favorire coloro che ne hanno più bisogno. È inoltre l’unico modo per avere la certezza che le proprie volontà vengano rispettate. Il testamento è un modo per continuare a partecipare alla vita anche quando il nostro percorso terreno sarà terminato. È inoltre l’unico strumento per destinare una quota del proprio patrimonio a una Onlus.

Il testamento

Il testamento (art. 587 c.c.) è un atto con il quale un individuo dispone delle proprie sostanze per il tempo in cui avrà cessato di vivere. È un atto strettamente personale che può essere eseguito sotto forma di testamento olografo, testamento pubblico o testamento segreto. Il testamento olografo è la forma più utilizzata e per essere valido deve essere scritto di proprio pugno dal testatore, recare la data (giorno, mese e anno), essere firmato dal testatore e indicare chiaramente chi sono gli eredi. È consigliabile redigerlo in duplice copia consegnandone una a un notaio. Il testamento rimane valido finché non venga espressamente o implicitamente revocato con un testamento successivo. È tuttavia consigliabile, anche nel caso del testamento olografo, farlo leggere a un notaio che verificherà la presenza di tutti i requisiti e la chiarezza dei contenuti e potrà tenerne una copia in modo tale che non si corra il rischio che il testamento olografo venga distrutto, occultato o smarrito. Il testamento pubblico è redatto dal notaio in presenza di due testimoni. Il testamento segreto è redatto dal testatore e consegnato in busta sigillata al notaio alla presenza di due testimoni. Qualora non sia scritto di proprio pugno ogni pagina dovrà essere sottoscritta. Con il testamento si può disporre solo parzialmente del proprio patrimonio (quota disponibile) quando vi siano il coniuge o ascendenti legittimi, figli naturali e/o legittimi, o loro discendenti (art. 536 c.c.). Queste le possibili situazioni:

solo il coniuge 1/2 del patrimonio va al coniuge come quota di legittima e 1/2 come quota disponibile
coniuge e un figlio 1/3 al coniuge come quota di legittima, 1/3 al figlio come quota di legittima e 1/3 come quota disponibile
coniuge e due o più figli 1/4 al coniuge come quota di legittima, 2/4 ai figli come quota di legittima e 1/4 come quota disponibile
solo il figlio (senza coniuge) 1/2 al figlio come quota di legittima e 1/2 come quota disponibile
due o più figli (senza coniuge) 2/3 ai figli come quota di legittima e 1/3 come quota disponibile
solo ascendenti legittimi 1/3 agli ascendenti come quota di legittima e 2/3 come quota disponibile
coniuge e ascendenti legittimi 1/2 al coniuge, 1/4 agli ascendenti come quota di legittima e 1/4 come quota disponibile


Qualora invece il testatore sia completamente solo, non abbia quindi parenti, il testamento è lo strumento che consente di disporre del proprio patrimonio. Senza testamento la successione è più complessa: vengono contattati parenti fino al sesto grado oppure, in loro assenza, tutto va allo Stato. Il notaio di fiducia è in grado di dare tutte le informazioni e l’assistenza necessarie per fare testamento o una donazione.

Con una donazione

Puoi sostenere l’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare versando un contributo che ci sarà utile per proseguire e potenziare tutte le attività di informazione, promozione e sostegno che ogni giorno, da oltre quarant’anni, assicuriamo alle persone con malattie neuromuscolari e alle loro famiglie.

Con una polizza assicurativa sulla vita

Un modo per sostenere le attività di Uildm è quello di stipulare una polizza vita specificando come beneficiario Uildm, Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare. La polizza vita consente all’assicurato di scegliere il beneficiario senza vincoli verso gli eredi in quanto non fa parte del patrimonio ereditario. Al momento della sottoscrizione della polizza, o in un momento successivo, l’assicurato sulla vita potrà comunicare il nominativo del beneficiario (sia esso un ente, un’associazione o una fondazione) che intende favorire. L’assicurazione sulla vita è una forma di previdenza (extrapatrimoniale) che può essere destinata (pur nel rispetto della legge) a parenti o eventuali estranei.

On line con Carta di credito

Collegandoti al sito www.uildm.org

La trasparenza

Qualsiasi tipo di donazione o lascito a favore di Uildm sarà documentato nel bilancio sociale al fine di garantire la trasparenza dell’operazione. Uildm si impegna a rispettare la destinazione della donazione e le volontà indicate nel testamento. La Direzione Nazionale svolge tutte le operazioni inerenti l’amministrazione del patrimonio Uildm, deliberando l’accettazione di lasciti, legati o donazioni e l’alienazione degli immobili. L’importo di una donazione viene interamente utilizzato per lo scopo per cui è stato destinato.

Agevolazioni fiscali sulle donazioni

Uildm è una Onlus (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale) e le donazioni in suo favore possono essere dedotte in sede di dichiarazione dei redditi. Le persone fisiche, gli enti commerciali e non commerciali possono dedurre dal proprio reddito imponibile fino al 10% dello stesso - e fino a un valore massimo di euro 70.000 - qualora questo sia stato oggetto di donazione, in denaro o in natura, nei confronti di soggetti non profit. Più precisamente queste nuove regole vigono per le donazioni effettuate dopo il 17 marzo 2005, giorno di entrata in vigore del D.L. n. 35 del 14 marzo 2005 art. 14, convertito in Legge 80 del 14 maggio 2005. Le erogazioni in denaro a favore delle associazioni non profit devono essere effettuate avvalendosi di specifici sistemi di pagamento: banca, ufficio postale, carte di credito e prepagate, assegni bancari e circolari. Il vincolo è fissato per avere effettiva documentazione dell’avvenuta donazione.

sostenerci vuol dire finanziare...

La ricerca clinica

Attraverso bandi rivolti a progetti clinici per il miglioramento della qualità della vita, Uildm, con i centri clinici di cui si avvale in tutta Italia, propone un approccio multispecialistico alle malattie neuromuscolari considerando l’individuo nella sua globalità con un approccio di tipo transdisciplinare in ambito neurologico, pneumologico, cardiologico, chirurgico e psicologico, laddove necessario. La possibilità di disporre di strutture specializzate in queste patologie consentirà di dare un forte impulso alla ricerca attraverso i risultati raccolti ed elaborati.

Le attività delle singole Sezioni (i servizi sul territorio)

Le 74 Sezioni provinciali, in tutta Italia, svolgono un lavoro sociale e di assistenza medico-riabilitativa. Alcune gestiscono centri ambulatoriali di riabilitazione, prevenzione e ricerca in collaborazione con strutture universitarie e socio-sanitarie di base. Vari sono i servizi offerti: fisioterapia, trasporto, tempo libero, attività ricreative, sportive, ludiche e didattiche. Nel corso degli anni sono state inoltre aperte alcune comunità alloggio che consentono la vita indipendente degli assistiti. Un ruolo fondamentale è svolto dagli iscritti, molti dei quali sono volontari attivi all’interno delle Sezioni.Uildm ha bisogno di te: presta la tua opera come volontario.

Il servizio legislativo HandyLex

Questo servizio, attivo dal 1996, è a disposizione di chiunque voglia approfondire le tematiche legislative riguardanti la disabilità. È finanziato esclusivamente da Uildm. È gestito dal Centro per la Documentazione Legislativa e fornisce informazioni, telefoniche e per via telematica, a persone con disabilità, ai loro familiari, all’associazionismo e a operatori pubblici e privati. Il Centro seleziona e archivia documenti rilevanti sotto il profilo legislativo a livello nazionale, locale e comunitario.

La rivista DM

È il trimestrale di Uildm con una tiratura di 22.000 copie, una rivista di dibattito e di servizio sui principali temi sociali e scientifici. Di centrale importanza sono le pagine dedicate agli aggiornamenti sulla ricerca scientifica nel campo delle malattie neuromuscolari e genetiche. Non avendo pubblicità al suo interno, la rivista è completamente finanziata da Uildm.






home page  dove siamo  la storia della UILDM  le sezioni della UILDM  invia una mail  photo gallery  video